image-567
image-777

accedi all'area riservata

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

lacuradeltempo.chieti@gmail.com

la rivista del benessere

Scopri tutte le novità e leggi le ultime news

Tutti gli articoli

blog-detail

Sordità – L’importanza dello screening precoce
Psicologia, #sordità #chieti #lacuradeltempo #chiaraascenzo #,

Sordità – L’importanza dello screening precoce

Dott.a Chiara Ascenzo

2023-03-30 10:51

Nell’articolo del lunedì si è parlato della perdita dell’udito, ovvero della progressiva riduzione della capacità di sentire i suoni. Spesso, la perdi

Sordità – Implicazioni psicologiche
Psicologia,

Sordità – Implicazioni psicologiche

Dott.a Chiara Ascenzo

2023-03-30 10:41

Articolo a cura della Dott.a Chiara AscenzoLaureata in Psicologia Clinica e della Salute.

La sindrome del tramonto - 5 strategie su come prevenirla e trattarla
Psicologia,

La sindrome del tramonto - 5 strategie su come prevenirla e trattarla

Dott. a Marta Fiore

2023-03-23 17:56

Articolo a cura della Dott.a Fiore Marta Laureata in Psicologia Clinica e della Salute

Demenza e la sindrome del tramonto- che cos’è e come si manifesta
Psicologia, #Psicolgia #Chieti #La Cura del Tempo #MartaFiore #invecchiamento #demenza #cura #tramonto ,

Demenza e la sindrome del tramonto- che cos’è e come si manifesta

Dott. a Marta Fiore

2023-03-23 17:05

Articolo a cura della Dott.a Marta FioreLaureata in Psicologia Clinica e della Salute

Superare pregiudizi e promuovere l’uguaglianza - E se la vera barriera da abbattere fosse quella sociale?
Psicologia,

Superare pregiudizi e promuovere l’uguaglianza - E se la vera barriera da abbattere fosse quella sociale?

Dott.a Martina Forestieri

2023-03-16 10:14

Articolo a cura della Dott.a Martina ForestieriLaureata in Neuroscienze cognitive

Barriere architettoniche - quando la società è il vero limite dell’inclusione
Psicologia,

Barriere architettoniche - quando la società è il vero limite dell’inclusione

Dott.a Martina Forestieri

2023-03-16 10:00

Articolo a cura della Dott.a Martina ForestieriLaureata in Neuroscienze cognitive

Tra mente e corpo – l’arteterapia nei disturbi del comportamento alimentare
Psicologia,

Tra mente e corpo – l’arteterapia nei disturbi del comportamento alimentare

Dott.ssa Sabrina Di Pumpo

2023-03-08 14:47

Articolo a cura della Dott.a Sabrina Di Pumpo, Laureata in Psicologia Clinica e della Salute

Anoressia - quali effetti sul piano cognitivo?
Psicologia,

Anoressia - quali effetti sul piano cognitivo?

Dott.ssa Sabrina Di Pumpo

2023-03-07 11:47

Articolo a cura della Dott.ssa Sabrina Di Pumpo, Laureata in Psicologia Clinica e Della Salute

Invecchiamento attivo - 5 consigli per promuoverlo
Psicologia,

Invecchiamento attivo - 5 consigli per promuoverlo

Dott.a Angela Grisolia

2023-03-02 12:00

Articolo a cura della Dott.a Angela Grisolia, Laureata in Neuroscienze Cognitive

L’invecchiamento attivo - l’altra faccia della medaglia
Psicologia,

L’invecchiamento attivo - l’altra faccia della medaglia

Dott.a Angela Grisolia

2023-03-02 09:31

Articolo a cura della Dott.a Angela GrisoliaLaureata in Neuroscienze Cognitive

La Disprassia in ambito scolastico - Suggerimenti e strategie di supporto a scuola
Psicologia,

La Disprassia in ambito scolastico - Suggerimenti e strategie di supporto a scuola

Dott.a Chiara Binni

2023-02-23 09:21

Articolo a cura di Binni ChiaraLaureata in Psicologia Clinica e Della Salute

La Disprassia evolutiva - Segnali e sintomi da non sottovalutare
Psicologia,

La Disprassia evolutiva - Segnali e sintomi da non sottovalutare

Dott.a Chiara Binni

2023-02-23 09:00

Articolo a cura della Dott.a Binni ChiaraLaureata in Psicologia Clinica e Della Salute

Sordità – Suggerimenti per comunicare
Psicologia,

Sordità – Suggerimenti per comunicare

Dott.a Chiara Ascenzo

2023-02-16 09:11

Articolo a cura della Dott.a Chiara AscenzoLaureata in Psicologia Clinica e della Salute.

Sordità – Sintomi e limitazioni sociali
Psicologia,

Sordità – Sintomi e limitazioni sociali

Dott.a Chiara Ascenzo

2023-02-16 08:58

Articolo a cura della Dott.a Chiara AscenzoLaureata in Psicologia Clinica e della Salute.

Come prevenire gli episodi di aggressività nelle demenze? - Suggerimenti pratici per i caregivers
Psicologia,

Come prevenire gli episodi di aggressività nelle demenze? - Suggerimenti pratici per i caregivers

Dott. a Marta Fiore

2023-02-09 09:11

Articolo a cura della Dott.a Marta FioreLaureata in Psicologia Clinica e della Salute

Aggressività e demenza - Quando la demenza diventa aggressiva?
Psicologia,

Aggressività e demenza - Quando la demenza diventa aggressiva?

Dott. a Marta Fiore

2023-02-09 08:52

Articolo a cura della Dott.a Marta FioreLaureata in Psicologia Clinica e della Salute.

Encefalopatie e disabilità motorie - 3 suggerimenti per cercare di prevenirle

Encefalopatie e disabilità motorie - 3 suggerimenti per cercare di prevenirle

Dott.a Martina Forestieri

2023-02-02 09:20

Articolo a cura della Dott.a Martina ForestieriLaureata in Neuroscienze Cognitive

Disabilità motoria negli adolescenti - cause e definizioni
Psicologia,

Disabilità motoria negli adolescenti - cause e definizioni

Dott.a Martina Forestieri

2023-02-02 09:04

Articolo a cura della dott.a Martina ForestieriLaureata in Neuroscienze cognitive

Ictus – spunti di riabilitazione
Psicologia,

Ictus – spunti di riabilitazione

Dott.ssa Sabrina Di Pumpo

2023-01-25 11:16

Articolo a cura della Dott.a Sabrina Di PumpoLaureata in Psicologia Clinica e della Salute

Ictus – tra manifestazioni e vissuti
Psicologia,

Ictus – tra manifestazioni e vissuti

Dott.ssa Sabrina Di Pumpo

2023-01-25 10:55

Articolo a cura della Dott.a Sabrina Di PumpoLaureata in Psicologia Clinica e della Salute

articolo del giorno

La Disprassia evolutiva - Segnali e sintomi da non sottovalutare

2023-02-23 09:00

Dott.a Chiara Binni

Psicologia,

La Disprassia evolutiva - Segnali e sintomi da non sottovalutare

Articolo a cura della Dott.a Binni ChiaraLaureata in Psicologia Clinica e Della Salute

brain-ge41815c4a_1280.png

Nella quotidianità, ci viene richiesto di compiere piccoli gesti o azioni più complesse per raggiungere degli obiettivi e attivare dei comportamenti. Quando abbiamo appreso come attuare alcuni gesti, questi diventano involontari e non richiedono più una particolare attenzione. Per alcuni però, anche i più semplici gesti che hanno appreso, possono diventare delle vere e proprie sfide quotidiane a causa dell’incapacità di poterli riprodurre.

 

Le abilità motorie e le abilità percettive sono strettamente interconnesse, poiché, l’esperienza viene data da una corretta integrazione di percezioni e seguenti azioni messe in atto. Le percezioni e la capacità di utilizzare il proprio corpo in risposta a richieste ambientali sono fondamentali per lo sviluppo. Nella Disprassia, la mancata integrazione di queste abilità può comportare deficit di coordinazione e pianificazione, pertanto, bisogna saper riconoscere i segnali per poter ridurre le difficoltà del bambino.

 

La Disprassia evolutiva riguarda una condizione neurologica che può insorgere dall’età dello sviluppo e accompagnare l’individuo sino all’età adulta. Il disturbo riguarda la presenza di deficit di pianificazione, coordinazione e organizzazione dei comportamenti utili ai fini del raggiungimento di un obiettivo.

 

 

Il bambino spesso può essere giudicato come “incapace” di svolgere azioni in realtà molto comuni alla sua età e non è facile scovare i segnali di questa condizione poiché è ancora poco conosciuta. Il deficit non riguarda le capacità intellettive poiché il bambino sa come deve svolgere un gesto ma non riesce a farlo.

 

Le varie forme di Disprassia, motorie e verbali, sono caratterizzate da alcuni sintomi comuni:

-          scarsa coordinazione o equilibrio;

-          deficit nella gestualità e nel linguaggio;

-          difficoltà nel mantenere l’attenzione e nel ricordare informazioni;

-          difficoltà nell’organizzazione e nella pianificazione dei gesti e delle attività;

-          bassa autostima;

-          ridotta autonomia nella cura di sé (ad esempio vestirsi o mangiare senza sporcarsi).

 

La Disprassia non è una condizione statica e si può convivere con il disturbo. Durante la crescita, il bambino deve essere seguito da esperti nell’ambito motorio, linguistico e cognitivo e deve ricevere un supporto psicologico per la sua autostima e le sue relazioni sociali. La famiglia deve essere inclusa nella terapia perché potrebbe sentirsi disorientata o non essere consapevole di questa condizione.

 

Ad oggi, la Disprassia non viene sempre riconosciuta ed infatti, nella maggior parte dei casi, viene sottovalutata. E’ bene riconoscere i segnali e agire tempestivamente sulle disfunzioni che comporta poiché, si può convivere con il disturbo con un sostegno adeguato. Infatti, le strategie fornite ai soggetti, dalla prima infanzia, possono garantire loro una corretta gestione delle attività quotidiane e in futuro una vita sociale, familiare e lavorativa al pari degli altri.

 

Bibliografia

Disprassia - Centro Phoenix (centrophoenix.net)

Disprassia cos’è e come si affronta - Uppa (uppa.it)

 

Articolo a cura della Dott.a Binni Chiara

Laureata in Psicologia Clinica e Della Salute

e-mail: binnichiara36@gmail.com

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder