top of page

Collegare significati e immagini: esercizio pratico per stimolare la Logica in soggetti con deterioramento cognitivo


Questo articolo propone un approccio innovativo nell'ambito della psicologia riabilitativa, concentrandosi sull'efficacia degli interventi per la stimolazione cognitiva, specialmente in contesti di deterioramento cognitivo legato a patologie neurodegenerative come la Malattia di Alzheimer. Il contenuto proposto è fondato su basi teoriche e pratiche,  progettato per adattarsi alle diverse fasi cognitive, sia in assenza di patologie sia in presenza di deterioramento cognitivo. L'approfondimento si concentra sull'interconnessione tra la comprensione dei processi cognitivi e l'importanza di stimolare la motivazione degli individui coinvolti, superando le barriere di ansia e preoccupazione spesso riscontrate durante attività di stimolazione cognitiva da parte di persone con Alzheimer. Per mitigare queste sfide, si è cercato di rendere la proposta il più possibile rilevanti per l'esperienza quotidiana del soggetto.

 

Questo articolo si propone di potenziare la funzione della logica in individui affetti da tali condizioni mediante l'adozione di un approccio creativo e coinvolgente nell'esecuzione di esercizi. Un esempio di attività consigliata è l'esercizio proposto e sviluppato con cura da noi tirocinanti impegnati nella cura di individui con patologie neurodegenerative. Quest’attività proposta coinvolge la ricerca e il collegamento di frasi semanticamente correlate, facilitato da suggerimenti visivi.

 

I materiali necessari per la creazione dell’esercizio includono:

-          cartoncini;

-          pennarelli;

-          immagini o foto (raffigurante l’oggetto in questione);

-          cartellone;

-          velcro biadesivo.

La  creazione dell’attività prevede diverse fasi:

-          creare dei riquadri contenenti frasi (canzoni o indovinelli);

-          suddividere tali frasi in due parti;

-          disegnare e/o colorare delle immagini collegate all’oggetto nella frase da individuare;

-          creare 3 colonne per attaccare con il velcro i cartoncini contenenti le frasi suddivise e le relative immagini.

 

Esempio dell’esercizio proposto:


L'attività mira principalmente a sviluppare la logica degli assistiti, attraverso i seguenti obiettivi:

  • Comprendere il significato delle frasi;

  • Collegare le due parti delle frasi;

  • Associare le frasi alle immagini corrispondenti.

 

L'approccio presentato si configura come una risorsa significativa nel panorama delle strategie di stimolazione cognitiva della logica per individui con malattie neurodegenerative, in particolare la Malattia di Alzheimer.  Attraverso il dettagliato esempio di questa attività si evidenzia come la connessione tra frasi, immagini e logica possa rappresentare un punto di svolta nell'esperienza di stimolazione cognitiva. L'uso di materiali accessibili e il supporto attento del conduttore sono considerati centrali per il successo di queste attività, offrendo un approccio inclusivo che rispetta le diverse capacità cognitive dei partecipanti.

In conclusione, l'articolo si propone di ispirare e guidare professionisti della salute mentale, caregiver e operatori del settore nell'implementazione di strategie di stimolazione cognitive mirate, contribuendo così a migliorare la qualità della vita di coloro che affrontano sfide legate alle malattie neurodegenerative.


Articolo a cura della Dott.a Maria Teresa Carelli

Laureata in Psicologia Clinica e della Salute

78 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page