top of page

Maschere di Carnevale - Laboratorio di stimolazione cognitiva plastico-pittorica

Aggiornamento: 1 mar


La stimolazione cognitiva aspecifica comprende attività che coinvolgono molteplici funzioni cognitive e che non si limitano a un singolo dominio.


Tra queste, ad esempio, i laboratori creativo-sensoriali permettono di manipolare oggetti, materiali e tessuti con texture diverse allo scopo stimolare le abilità tattili e i laboratori di pittura e disegno permettono di stimolare le abilità grafico – manuali e la coordinazione visuo – motoria. 


A tal proposito, proponiamo di seguito un’attività creativa che coinvolge entrambe le sfere.

Ecco come realizzare delle maschere di carnevale in carta riciclata:

 

MATERIALE:

 

-          Maschera in plastica da utilizzare come base

 

-          Colla vinilica

 

-          Acqua

 

-          Carta pacco

 

-          Fogli di giornale

 

-          Pellicola trasparente

 

-          Pennelli

 

-          Tempere

 

-          Decorazioni a scelta (es.: perline, piume, bottoni, pasta…)

 

PROCEDIMENTO:

 

Rivestiamo le maschere in plastica con pellicola trasparente. Dopo aver completato questo primo passaggio, mescoliamo la colla vinilica con dell’acqua e tagliamo la carta pacco a pezzetti.


Immergiamo la carta pacco nella colla vinilica e adagiamola sulla maschera fino a coprirla completamente, aiutandoci nella stesura con un pennello. Lasciamo asciugare per 24 ore.


Ripetiamo i passaggi precedenti, immergendo la carta di giornale nella colla vinilica e coprendo la maschera. Lasciamo asciugare per 24 ore e procediamo dipingendola e decorandola.


Stacchiamo tutto dalla maschera in plastica e rimuoviamo la pellicola trasparente.


Con semplicità e creatività potremmo allenare la percezione, la coordinazione visuo-motoria e la motricità fine e grossolana!


Articolo a cura della Dott.a Sabrina Di Pumpo

Laureata in Psicologia Clinica e della Salute

32 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page